http://farmacia-senzaricetta.com/

Panebianco punta il dito sul rapporto tra Amministrazione comunale e Tekra

03 Agosto 2016
Autore :  

Gela 03 Agosto 2016 - E mentre i gelesi, come regalo preferragostano, stanno ricevendo dai solerti uffici tributi del Comune di Gela il bollettino per il pagamento annuale della tassa sui rifiuti, non si placano le polemiche politiche sul servizio di raccolta differenziata in città.

Nel corso del consiglio comunale di ieri sera il consigliere Giovanni Panebianco è tornato a puntare il dito sul rapporto tra amministrazione comunale e Tekra, ossia la ditta campana che gestisce da un paio di anni in città il servizio di raccolta rifiuti. Panebianco ha, in particolare, sollevato il caso della mancata applicazione delle penali alla Tekra per non essere riuscita nell’intento di raggiungere livelli percentuali ottimali di raccolta differenziata. A Panebianco ha risposto l’assessore comunale al ramo, Simone Siciliano, che gli ha ribadito come l’amministrazione comunale su questo fronte si stia muovendo secondo i parametri imposti dalla giurisprudenza. E a chi, come i consiglieri di Reset 4.0, Francesca Caruso e Luigi Di Dio, sollevava il problema delle condizioni in cui si trovano a lavorare gli operai della Tekra, lo stesso assessore Siciliano ha risposto che non è vero che i lavoratori della Tekra non abbiano a disposizione i necessari dispositivi di sicurezza. Insomma, mentre in Sicilia il Governatore siciliano Crocetta non riesce a trovare la quadra sulla soluzione alla gravissima crisi di una Isola stupenda sommersa dai rifiuti, a Gela tiene sempre banco questa delicatissima vicenda che, per la terza estate consecutiva, ha costretto i malcapitati cittadini gelesi a dovere convivere con cumuli di spazzatura e problemi connessi. Ed è ancora fresca la pessima immagine che si è data di Gela con i rifiuti sparsi in maniera indecorosa per Via de Janeiro nei giorni scorsi. E per questo servono interventi non tampone, ma duraturi, per rendere al più presto la situazione non più emergenziale ma stabile. Da una lato, dunque, una gestione oculata del servizio e dall’altro una cittadinanza che cominci a sforzarsi per fare seriamente e regolarmente la raccolta differenziata dei rifiuti. Perché senza questa comunione d’intenti non si risolverà nulla. E la città resterà sempre sporca. Come in questa calda estate.

 

Redazione

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments
 

Continua l'era dell'informazione

Registrazione Tribunale di Gela N° 96/2009   

Redazione: Via Ventura, 25 - 93012 GELA

Info e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.