http://farmacia-senzaricetta.com/

La battaglia sui liberi consorzi è nata come richiesta di iniziativa popolare

17 Maggio 2016
Autore :  

Gela - Dopo la bocciatura alla prima commissione affari istituzionali dell’Assemblea Regionale Siciliana, sull’emigrazione di Gela alla città metropolitana di Catania, si susseguono le riunioni promosse dai vari comitati.

Ieri Gelensis Populus ha incontrato i capigruppo consiliari e il presidente dell’assise civica, Alessandra Ascia. Era presente anche il sindaco, Domenico Messinese. “L'incontro si è reso necessario – ha detto Liliana Bellardita, portavoce del comitato gelese – proprio a seguito della bocciatura decretata all’Ars del disegno di legge governativo di annessione territoriale di Gela alla città metropolitana di Catania, che avrebbe costituito il primo tassello del percorso che avrebbe portato all’effettivo ingresso. Incontro, quello di ieri, doveroso con la rappresentanza massima della comunità gelese per capire cosa intende fare per vedere rispettate le proprie delibere consiliari assunte coerentemente alla volontà popolare”. L’incontro si è svolto nella sala dei gruppi consiliari alla presenza di molti consiglieri e non solo dei capigruppo. Considerata la delicatezza della vicenda, Gelensis Populus ha esposto una breve cronistoria dei fatti che si sono verificati in questi mesi all'ARS e in particolare alla prima commissione, sollecitando il dibattito e le eventuali proposte. Il comitato ha poi ribadito al tavolo che la battaglia per il passaggio alla Città Metropolitana di Catania, non può essere ridotta ad argomento di campagna elettorale da parte di nessuno. La battaglia sui liberi consorzi è nata come richiesta di iniziativa popolare e tale deve rimanere, un patrimonio della città, per questo il comitato ha voluto coinvolgere l'intera classe politica nelle figure dei singoli consiglieri comunali rivolgendosi, nel doveroso rispetto, a tutti anche a quelli che hanno votato contro l’adesione. Dopo vari interventi alla fine è emerso che, a prescindere da chi all’epoca ha votato a favore o ha votato contro, le delibere di Consiglio Comunale meritano di essere difese dinanzi a qualunque tentativo di mortificazione. La proposta più condivisa è apparsa quella del consigliere del Pd Vincenzo Cirignotta il quale ha chiesto al Presidente del Consiglio e al Sindaco di chiedere una audizione urgente al Presidente dell’Ars Ardizzone, in presenza dei capigruppo regionali. Ascia e Messinese si faranno promotori di incontri con le istituzioni (sindaco e consiglio comunale) delle altre due comunità interessate dal medesimo provvedimento, cioè a dire Niscemi e Piazza Armerina. Nei prossimi giorni sarà indetta una riunione dei capigruppo per incaricare formalmente sia il presidente del consiglio comunale che il sindaco, delle due iniziative da portare avanti in vista degli eventi che da qui a breve si celebreranno all’Assemblea Regionale Siciliana.

 

Giuseppe D'Onchia

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments
 

Continua l'era dell'informazione

Registrazione Tribunale di Gela N° 96/2009   

Redazione: Via Ventura, 25 - 93012 GELA

Info e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.