http://farmacia-senzaricetta.com/

Zuckerberg: "anche il mio profilo è stato violato". Facebook sarà a pagamento

12 Aprile 2018
Autore :  

12 Aprile 2018 - Mark Zuckerberg promette ai deputati e ribadisce il suo mea culpa punto per punto: identica ammissione di responsabilità e identica promessa di migliorare, per evitare che si ripeta quanto accaduto con lo scandalo di Cambridge Analytica, che ha coinvolto 87 milioni di utenti.

«Ho avviato Facebook, lo gestisco e sono responsabile di ciò che accade al suo interno», dice, in quello che è diventato il suo mantra. «Ci vorrà del tempo per elaborare tutti i cambiamenti che dobbiamo apportare, ma mi impegno a farlo nel modo giusto». I membri della Camera però sono agguerriti: il deputato del New Jersey Frank Pallone entra a gamba tesa e definisce Facebook un'azienda che «aspira i dati ma non riesce a tenerli al sicuro». Poi chiede a Zuckerberg se può impegnarsi a cambiare le impostazioni di tutti gli utenti per rivelare una quantità di dati minima come opzione predefinita. «Sì o no?», domanda, e il Ceo ribatte: è un «problema complesso, merita una risposta con più di una sola parola». E rispondendo alla deputata democratica della California, Anna Esho, rivela che anche i suoi dati sul social network sono fra quelli acquisiti da Cambridge Analytica. Non solo. Zuckeberg ammette anche: «Raccogliamo informazioni su persone non iscritte a Fb per sicurezza», lasciando di stucco il deputato Ben Lujan, del New Mexico. Che replica: «Mi sorprende che non se ne sia parlato molto oggi. Raccogliete dati su persone che non hanno firmato un accordo. Tutto ciò va sistemato». ilgiornale.it

 

 

Redazione

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments
 

Continua l'era dell'informazione

Registrazione Tribunale di Gela N° 96/2009   

Redazione: Via Ventura, 25 - 93012 GELA

Info e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.