Print this page

La guerra in Libia sembra essere più vicina

08 Marzo 2016
Autore :  

Roma - Il Pentagono ha presentato nei giorni scorsi alla Casa Bianca un piano per contrastare la minaccia crescente dell'Isis nel paese nord-africano.

L'opzione primaria resta quella diplomatica, ma a Washington hanno già pianificato raid aerei (da effettuare soprattutto con droni ndr) contro 30-40 obiettivi sensibili in quattro zone del Paese. Fra questi campi di addestramento, centri di comando, depositi di munizioni. E la cosa più importante, forse, è che gli Stati Uniti hanno intenzione di condurre queste azioni con il supporto degli alleati, in paritcolare Gran Bretagna, Francia e Italia. A svelare il piano è il New York Times che cita cinque fonti dell'amministrazione Obama informate delle opzioni messe a punto dall'Africa Command e dal Comando per le operazioni delle forze speciali. I bombardamenti dovrebbero aprire la strada all'intervento a terra di milizie libiche sostenute dall'Occidente. Approfondisci su iltempo.it

Redazione

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments