acheter cialis

Roberto Boscaglia: un gelese nel calcio che conta

09 Febbraio 2018
Autore :  

9 Febbraio 2018 - Da calciatore era un buon centrocampista offensivo, da tecnico ha affrontato sfide difficili riscuotendo un buon successo.

Oggi Boscaglia siede per la terza volta nella sua carriera sulla panchina del Brescia. La sua seconda carriera calcistica, in panchina, comincia in Eccellenza con il Licata, e poi in Promozione con l’AC Gela, la squadra della sua città dove nel periodo 2003 – 2004 allena la squadra Berretti e nel 2004 – 2005 in Eccellenza con l’Akragas.

 

I tifosi della squadra della sua città, Gela, si innamorano del suo modo di lavorare e del suo calcio propositivo. Grazie alla vittoria della Coppa Italia Regionale, nel 2006 passa in Serie D all’Alcamo, dove vince il girone del campionato prima di passare alla Nassa in Eccellenza, vincendo anche lì il campionato.

 

Nel 2009 il grande salto: passa, infatti, al Trapani in Serie D e porta la squadra granata fino alla Serie B, vincendo la Panchina d’argento della Seconda divisione. Con i granata sono anni molto positivi, tanto che la stagione 2011 – 2012 si chiude con il secondo posto nel girone B della Lega Pro Prima Divisione, perdendo poi la finale play off contro la Virtus Lanciano. La promozione in Serie B arriva l’anno successivo con la squadra che vince il campionato e viene promossa nella seconda serie nazionale per la prima volta nella storia. Grazie a questo clamoroso successo Roberto Boscaglia si aggiudica la Panchina d’oro.

 

La sua avventura in Sicilia termina il 10 marzo 2015, dopo sei anni alla guida del Trapani. Il 24 giugno dello stesso anno arriva la chiamata del Brescia, ripescato poco dopo in Serie B e portato all’undicesimo posto finale in campionato. Il 18 giugno 2016 passa al Novara, prima di fare ritorno l’anno dopo al Brescia. La sua avventura termina dopo appena otto giornate. Quest’anno, il 15 gennaio 2018, viene richiamato alla guida delle Rondinelle.

 

Il tecnico gelese è subentrato all’ex tecnico del Catania Pasquale Marino, ed ha il difficile compito di portare la squadra Lombarda alla salvezza in Serie B.

 

Dal suo ritorno sulla panchina biancoblù il tecnico di Gela ha racimolato due sconfitte ed una vittoria. Alla prima gara dal ritorno a Brescia la squadra si è dovuta arrendere per 3-2 tra le mura amiche contro l’Avellino. La giornata successiva, invece, è arrivata la sconfitta per 2-0 a Palermo contro una squadra nettamente superiore dal punto di vista tecnico e in piena corsa per la promozione in Serie A.

 

Nell’ultimo turno, disputato sabato 3 febbraio, il Brescia ha ritrovato la vittoria contro il Parma. Gara combattuta, vinta grazie ad una splendida doppietta di Ernesto Torregrossa, intervallato dalla rete di Fabio Ceravolo. Il prossimo turno, in programma sabato 10 febbraio, vedrà la squadra guidata da Boscaglia impegnata nella difficile trasferta di Vercelli contro la Pro. Una gara complicata e in salita per il Brescia, da quello che dicono gli esperti di quote del campionato cadetto del sito https://www.skybet.it/, che potrebbe dire molto sul futuro delle rondinelle in vista dell’ultima parte di campionato ed anche sul futuro dell’allenatore gelese.

 

 

Redazione

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments
 

Continua l'era dell'informazione

Registrazione Tribunale di Gela N° 96/2009   

Redazione: Via Ventura, 25 - 93012 GELA

Info e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.