http://farmacia-senzaricetta.com/

Strage di Berlino: 12 morti e 48 feriti

20 Dicembre 2016
Autore :  

A lungo i network hanno esitato a parlare di attentato terroristico, fino alla fine il ministro degli interni non ha pronunciato la parola attentato. Secondo le ricostruzioni, ancora frammentarie, un tir si è lanciato ieri sera verso le 20.00 a tutta velocità contro uno dei mercatini di Natale più famosi e frequentati di Berlino in piazza Breitscheidplatz, sul Kudamm (Kurfürstendamm), il grande viale della parte ovest della capitale nel distretto di Charlottenburg, dove si trovano i negozi e gli alberghi di lusso e magnete di turisti tutto l'anno.

In grande, e con l'aggiunta di molti alberi, è paragonabile a Via del Corso a Roma. Il tir ha falciato il mercatino lungo circa 50, 80 metri travolgendo diversi stand natalizi. Il camion aveva una targa polacca e l'autista riuscito in un primo momento dopo la strage a fuggire. Successivamente, la polizia ha fermato un sospetto che potrebbe essere proprio l'autista. Secondo fonti riprese dalla Welt, il conducente sarebbe un pachistano o ceceno. Secondo un giornale tedesco; si tratterebbe di un afghano. A tarda sera la polizia ha reso noto che un sospetto è morto, precisando che si trattava di un polacco. Il decesso è avvenuto probabilmente nello schianto del tir. L'autista sarebbe stato invece arrestato. Secondo il Guardian; il tir con targa polacca sarebbe partito dall'Italia e avrebbe dovuto rientrare in Polonia dopo delle consegne a Berlino. In una telefonata il proprietario della ditta di trasporti, ha detto che il conducente era suo cugino e che escludeva categoricamente un suo legame col terrorismo. Affermazione che, se avvalorata, farebbe ritenere che il tir sia stato rubato e si sia trattato di un sequestro di persona. I media tedeschi parlavano alla fine tutti di attentato terroristico e alcuni citavano direttamente l'Isis, ma il ministro degli interni Thomas de Maiziere, si è mostrato prudente e ha parlato di «indicente», o «fatto», di cui va accertata dinamica e movente. Notizie ufficiali, molto scarse, e di testimonianze di gente sul posto si accavallano. Le immagini che sfilano in tv, e le testimonianze della gente sul posto portano drammaticamente alla memoria quelle della strage di Nizza l'estate scorsa. Gente terrorizzata e disorientata che si aggira non sapendo se fuggire o aiutare. Spiazzati anche i moderatori delle dirette tv, in difficoltà a reperire notizie e intervistare esperti qualificati e a conoscenza dei fatti. Molti parlano di decine di feriti sparsi per terra che vengono assistiti alla meno peggio dai passanti prima dell'intervento dei sanitari. La polizia ha inviato gli abitanti a rimanere a casa: «C'è uno spettacolo terribile sul posto», ha detto un portavoce. Secondo un esperto di terrorismo israeliano intervistato dalla rete Ntv, la targa polacca dimostrerebbe che si tratta di terroristi professionisti: in Polonia infatti sarebbe molto più facile noleggiare un camion che in Germania. Il camion, di colore scuro, proveniva dalla Kantstrasse e dopo essersi lanciato sul mercatino alla sua destra è proseguito in direzione del Tiergarten, il grande parco di Berlino, dove poi è stato raggiunto e arrestato. Approfondisci su ilmessaggero.it

Redazione

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments
 

Continua l'era dell'informazione

Registrazione Tribunale di Gela N° 96/2009   

Redazione: Via Ventura, 25 - 93012 GELA

Info e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.