http://farmacia-senzaricetta.com/

Minaccia con coltello in pugno Carabinieri

03 Febbraio 2018
Autore :  

 3 Febbraio 2018 - Serata movimentata, quella di ieri, per i Carabinieri di Riesi che nel corso dei consueti servizi preventivi, hanno arrestato un cittadino rumeno di 32 anni per resistenza, violenza, minaccia, lesioni a Pubblico ufficiale e danneggiamento seguito da incendio e porto abusivo di arma.

I militari dell’Arma, dopo avere rinvenuto un’auto (una Volkswagen Golf) priva di copertura assicurativa e procedendo agli accertamenti e ai provvedimenti del caso, sono stati interrotti dall’uomo che in forte stato di alterazione psicofisica legata verosimilmente all’abuso di alcool, con un grosso coltello da cucina ha oltraggiato e minacciato ripetutamente i Carabinieri, procedendo a tagliare i pneumatici del veicolo e scagliando contro i militari alcuni oggetti prelevati dal cofano del mezzo. Il rumeno, inoltre, ha appiccato le fiamme alla macchina, fuggendo a piedi per le vie circostanti e disfacendosi dell’arma. A quel punto, è scattata la caccia all’uomo, conclusasi poco dopo. Durante l’azione due militari sono rimasti lievemente feriti. Sono stati curati all’ospedale di Mazzarino. Il cittadino rumeno adesso si trova recluso nel carcere di Caltanissetta.

 

E la Polizia del Commissariato di Gela, ha eseguito cinque arresti nell’ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio. Manette per Giovanni Rinzivillo, 30 anni, destinatario di un provvedimento della magistratura. È accusato di minacce gravi, detenzione e porto illegale di arma comune da sparo ed esplosione in luogo pubblico di colpo di arma da fuoco, colpendo una finestra dell’abitazione di una vittima. L’episodio è accaduto a Gela lo scorso marzo. Alessandro Frasca, 34 anni, è stato arrestato per concorso in trasporto di materiale speciale. L’ordine di carcerazione è stato emesso dal Tribunale Ordinario di Agrigento. Il ventinovenne Alessio Bartoli, deve scontare ai domiciliari 15 giorni per concorso in lesioni personali. È stato condannato per reati gravi contro la persona e il patrimonio, il gelese Pietro Caruso, 34 anni. Deve espiare, tra le mura domestiche, 10 mesi e 10 giorni. Giacomo Cassarà, 49 anni, in carcere, dovrà scontare due anni e 6 mesi per esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alle persone e maltrattamenti in famiglia o verso fanciulli. Due le persone denunciate. Un quarantenne dovrà rispondere di guida in stato di ebrezza alcoolica ed una cittadina rumena di 35 anni, è stata segnalata per ricettazione di un telefono cellulare di provenienza furtiva. Complessivamente sono state controllate 649 persone ed ispezionati 727 veicoli. Sette le perquisizioni effettuate e 12 le multe elevate per inosservanza del codice della strada.

 

 

 

Giuseppe D'Onchia

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments
 

Continua l'era dell'informazione

Registrazione Tribunale di Gela N° 96/2009   

Redazione: Via Ventura, 25 - 93012 GELA

Info e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.