Lancia sassi dal cavalcavia di via Venezia. Fermato dalla Polizia

21 Ottobre 2017
Autore :  

Gela 21 Ottobre 2017 - E’ stato bloccato dalla Polizia mente lanciava sassi dal cavalcavia di via Venezia, a Gela, all’indirizzo dei veicoli in transito.

Il protagonista dell’assurda vicenda è un ragazzo, adesso segnalato alla Procura dei Minori di Caltanissetta. Ha agito assieme ad altri giovanissimi, tutti in corso di identificazione. L’accusa è pericolo per la sicurezza dei trasporti su terra, lanciando corpi contundenti – pietre della ferrovia- contro i veicoli in movimento. I poliziotti del locale Commissariato, che hanno agito in borghese, erano appostati nella zona proprio a seguito dei numerosi danneggiamenti dello stesso tipo avvenuti giorni prima. Il minorenne è stato prontamente bloccato e così facendo si è riusciti ad impedire che “il pericolosissimo gioco” continuasse. Sempre la Polizia, nell’ambito di specifici servizi di prevenzione e repressione con particolare attenzione alla circolazione stradale, ha ispezionato i ciclomotori elettrici con pedalata assistita, rilevando che in diversi casi gli stessi circolavano anche senza l’ausilio dei pedali da parte del conducente. Agli utenti è stata contestata la guida senza patente, sprovvisto di targa, mancato uso del casco protettivo e della copertura assicurativa. La Polizia invita gli utenti della strada ad osservare scrupolosamente la normativa in vigore che non prevede modifiche strutturali ai mezzi in questione, le cui caratteristiche non possono essere modificate. Si rischiano sanzioni e confisca immediata del mezzo. Gli agenti di Polizia hanno denunciato due gelesi di 42 e 33 anni per truffa. Sono stati individuati quali autori di una “finta” vendita online di una autovettura ad un prezzo vantaggiosissimo che però, dagli accertamenti effettuati dall’ufficio del Commissariato, è risultata inesistente. Nell’ambito dei vasti controlli, sono state passate ai raggi ics le posizioni di 368 persone ed ispezionati 436 veicoli. Uno è risultato rubato e rivenduto. Nove le perquisizioni effettuate e 17 le multe al codice della strada elevate.

 

Giuseppe D'Onchia

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments

 

 

Registrazione Tribunale di Gela N° 96/2009

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia