http://farmacia-senzaricetta.com/

Scontro Mendola-Siciliano, verifiche dei Carabinieri

16 Ottobre 2017
Autore :  

Gela 16 Ottobre 2017 - Sono i Carabinieri del Reparto Territoriale di Gela che stanno verificando nel dettaglio quanto accaduto ieri mattina, nel quartiere Caposoprano.

Tra il vice sindaco Simone Siciliano e l’imprenditore Emanuele Mendola, fratello di Angelo, presidente del Gela Calcio, e socio della compagine biancazzurra, c’è stato uno scontro fisico. Entrambi sarebbero venuti alle mani. Gli inquirenti, hanno raccolto le dichiarazioni di alcuni testimoni, al fine di verificare la dinamica dei fatti. La diatriba è da legare alla vicenda societaria del club calcistico. In questi ultimi giorni, purtroppo, l’agitazione è alle stelle tra amministrazione comunale e Gela in merito ai mancati interventi di manutenzione allo stadio Vincenzo Presti. Ma che si arrivi alle mani – ci permettiamo di stigmatizzare – non può essere assolutamente accettato. Quanto accaduto ieri mattina, ha portato il presidente del club biancazzurro, Angelo Mendola, a diffondere un comunicato stampa in cui si legge testualmente: "Chiediamo scusa se abbiamo urtato la sensibilità di qualcuno. Volevamo difendere gli interessi del Gela. Quanto successo tra mio fratello e Siciliano è sicuramente frutto delle tensioni che negli ultimi mesi stanno dilaniando il Gela Calcio. Per queste ragioni consegno la squadra personalmente nelle mani del sindaco e del suo vice". Sulla spregevole vicenda di ieri, è intervenuto anche il sindaco, Domenico Messinese. “La civiltà ha compiuto un ulteriore passo indietro in una città che ha bisogno di pacificazione sociale. Forme di violenza gratuita non sono tollerabili in qualsiasi contesto, men che meno contro le istituzioni, garanti dello stato di diritto” – ha detto il primo cittadino. “Esprimo la mia solidarietà al vice sindaco, auspicando che simili episodi non trovino seguito nei segmenti più facinorosi della città. Un confronto senza dialogo, ma arroccato su pretese pregiudizievoli, rappresenta la sconfitta di una società ragionevole quale Gela merita di essere”. Anche gli assessori Licia Abela, Rocco D’Arma, Flavio Di Francesco, Fabrizio Morello e Francesco Salinitro, componenti della Giunta Municipale di Gela, esprimono vicinanza al loro collega Simone Siciliano dopo l’episodio di violenza ai suoi danni. “Certe azioni – hanno commentato gli assessori – sono inqualificabili e destano preoccupazione per la tenuta civile di un’intera città. Siamo certi che l’impegno istituzionale dell’assessore Simone Siciliano, per quanto scosso, ne uscirà rafforzato, anche grazie agli attestati di solidarietà che gli stanno arrivando in queste ore non solo dalle istituzioni ma anche da semplici cittadini”.

 

Giuseppe D'Onchia

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments
 

Continua l'era dell'informazione

Registrazione Tribunale di Gela N° 96/2009   

Redazione: Via Ventura, 25 - 93012 GELA

Info e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.