http://farmacia-senzaricetta.com/

Arrestati i complici denunciati per il furto di Pasquetta

21 Aprile 2017
Autore :  

Gela 21 Aprile 2017 - Si chiude definitivamente il cerchio sul furto in abitazione commesso lunedì scorso, giorno di Pasquetta, ai danni di un pensionato residente in via Recanati, a Gela.

In flagranza di reato, i Carabinieri arrestarono Maurizio Smorta, 21 anni, ritenuto il palo, mentre gli altri due complici, furono denunciati. Dalla denuncia, adeso, si è passati all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale su richiesta della Procura. I militari dell’Arma hanno ammanettato Nicolò Morello e Michael Costarelli, entrambi di 23 anni, ritenuti gli autori dell’azione delinquenziale. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, i tre giovani avevano attuato una precisa divisione dei compiti: uno dei tre era entrato nell’abitazione, servendosi abilmente del tubo del gas metano per raggiungere il terzo piano della palazzina; un altro si era occupato di vigilare dall’esterno l’eventuale arrivo di pattuglie delle Forze dell’Ordine ed il terzo aveva accompagnato gli altri due con una potente berlina. Il bottino fu di 100 euro. Smorta, Morello e Costarelli si trovano reclusi nel carcere di contrada Balate. E i Carabinieri di Piazza Armerina, hanno eseguito cinque ordinanza di custodia cautelare (di cui 3 agli arresti domiciliari) per furto e truffe in concorso perpetrati all’interno delle abitazioni di donne anziane affette da problemi psicofisici. I destinatari del provvedimento giudiziario sono Giuseppa Anna Arena di 58 anni; Simone Di Prima di 30; Giuseppe Sarda di 19 anni; Danilo Ignazio Sarda di 31 e Graziella Procaccianti di 40 anni.  

 

Giuseppe D'Onchia

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments
 

Continua l'era dell'informazione

Registrazione Tribunale di Gela N° 96/2009   

Redazione: Via Ventura, 25 - 93012 GELA

Info e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.