Arrivederci Massimo, caro amico mio

29 Settembre 2016
Autore :  

Gela 29 Settembre 2016 - Te ne sei andato così velocemente non dandoci neanche il tempo di poter scambiare un paio di sorrisi così come facevamo incrociando i nostri sguardi.

Volevo semplicemente dirti, grazie. Mi dirai: “ma cumbà, ma cchi voi. Grazie di cosa?” Grazie della tua bontà, del tuo sorriso. Grazie dell’ironia e della semplicità mostrata. Grazie della tua disponibilità, grazie della tua amicizia, quella vera, sincera. Caro Massimo, ho ancora presente i ricordi delle serate e delle nottate trascorse alla Mandragola. La prima Mandragola, si proprio il locale che hai voluto insieme a Salvino e Peppe. Ricordi quante ne abbiamo visto e sentito? E quante ne hai dovuto sopportare? Quante sciocchezze sentivamo dire su quel locale, ricordi? E noi, e tu? Sempre a sorridere, senza pregiudizi ne discriminazioni per nessuno. Tutti uguali. Ricordi Massimo? “Un covo di comunisti! In quel locale ci vanno le checche!”. Poi invece, e noi lo sapevamo già, è diventato un vero e proprio punto di riferimento, dove ogni sera proprio tu, nel tuo piccolo, creavi quei presupposti reali, veri, concreti per fare incontrare la gente, i giovani. Tu, caro Massimo hai anche contribuito alla crescita sociale, e dico io, in parte anche culturale della nostra Gela, e credimi molto più di alcuni parassiti che credono di fare politica parlando di coesione sociale, si ne parlano solo, e basta. Si, proprio così, quella Gela cui andavi pazzo, quella Gela che oggi piange, quella Gela che oggi ha perso un altro figlio, sempre con la stessa causa, e mi chiedo ma quando finirà questo incubo? “Simenta, calacavisi e vino”. Quante risate, quanta spensieratezza abbiamo vissuto insieme alla Mandragola, ma nello stesso tempo quanti sacrifici, anche in famiglia, hai dovuto affrontare, ma sempre con piacere, con tenacia, con “orgoglio”; proprio quell’orgoglio che ti ha sempre contraddistinto dagli altri. Caro Massimo, adesso che hai raggiunto gli Angeli in cielo, ti chiedo un’ultima cosa: veglia su di noi tutti, sulla nostra città, sulle nostre famiglie, ma soprattutto abbi cura di Lisa, Liborio e Gabriele, hanno bisogno di te, loro più degli atri, lo sai, ancora e sempre.

Ciao Massimo, amico mio.

Un abbraccio Saverio.

 

 

I funerali saranno celebrati domani 30 Settembre alle ore 16.00 presso la chiesa Santa Lucia di Gela.

 

Redazione

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments

 

 

Registrazione Tribunale di Gela N° 96/2009

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia