Mamma gelese stroncata da un tumore

23 Agosto 2016
Autore :  

Gela 23 Agosto 2016 - Lo scorso 18 agosto, avevano festeggiato cinque anni di matrimonio ed avevano una vita da trascorrere assieme davanti a loro, in compagnia della piccola Sofia, nata un anno dopo il fatidico si in chiesa. Erano gioiosi.

Da qualche tempo, si erano trasferiti in Friuli, dove il marito presta servizio nell'Arma dei Carabinieri. Si è bruscamente interrotta a seguito di un male incurabile (un carcinoma mammario triplice negativo), l'esistenza di Rosanna Infurna, gelese di 34 anni. Era nata nella città del Golfo il 4 maggio del 1982. Sempre sorridente, gioviale. E a nessuno, aveva fatto intendere che il tumore la stava lentamente ed inesorabilmente uccidendo. A tutti diceva che si trattava di un male passeggero. Purtroppo così non è stato. Il marito, Giuseppe Pulici, gelese anche lui, le è stato vicino. Sempre. Non le ha mai fatto mancare nulla. L'amore incondizionato, però, non è riuscito ad abbattere e a sconfiggere quel male oscuro che si è insediato nel corpo della giovane donna. Di una giovane mamma. Una vita spezzata che ha gettato nello sconforto i familiari, i parenti, gli amici. In tanti ancora non riescono a capacitarsi per quanto accaduto. Giuseppe Pulici è un carabiniere scelto che opera a Ronchi dei Legionari, in provincia di Gorizia. L'Arma si è stretta attorno al militare in un momento così triste. Ed anche prima. Proprio a Giuseppe e alla moglie Rosanna, gli ufficiali e semplici Carabinieri non hanno fatto mancare l'apporto necessario al fine di contribuire alle visite mediche specialistiche. Sia quando Giuseppe prestava servizio a Mazzarino, sia quando è stato trasferito nel Nord Italia. Il cuore della giovane mamma ha cessato di battere sabato scorso. Ed in un gesto commovente e di grande solidarietà, gli stessi familiari hanno deciso di donare gli organi. A Rosanna sono state espiantate le cornee. Un amore verso gli altri, che permetterà di far vivere chi ha bisogno. E Rosanna vivrà attraverso gli altri. I funerali saranno celebrati domani alle 16.30 nella chiesa San Domenico Savio. La salma è già giunta a Gela, tra lo sgomento e il dolore dei più cari. Una vita spezzata, interrotta sul più bello. Fin da quando aveva scoperto di avere un tumore, Rosanna non si è arresa, non si è mai abbattuta,lottando ogni istante per sopravvivere. E lo ha fatto con forza, tenacia e soprattutto con ottimismo ed allegria. Anche durante la malattia non ha mai perso occasione per sorridere, per essere felice e per continuare a vivere la sua vita. Da oggi in cielo c'è un nuovo angelo, ciao Rosanna...

 

 

   

| +393468266237 |  

   This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.    

 

 

 

Giuseppe D'Onchia

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments

 

 

Registrazione Tribunale di Gela N° 96/2009

Direttore Responsabile: Giuseppe D'Onchia