http://farmacia-senzaricetta.com/

Dopo 11 anni lo Stato gli restituisce la sua dignità

06 Agosto 2016
Autore :  

Gela 06 Agosto 2016 - Ha dovuto attendere 11 anni Massimo Romano, l’imprenditore finito nei guai nel 2005 con l’accusa di associazione mafiosa, prima di poter ottenere dallo Stato un riconoscimento che gli restituisce la sua dignità.

Adesso per lui - all’epoca all’apice della squadra calcistica del Gela - è arrivato anche un risarcimento danni pari a 120 mila euro, una somma che comprende la quota per ogni giorno di ingiusta detenzione maggiorata del 25 per cento. Ha scontato in carcere ingiustamente, 233 giorni. Dal 15 dicembre del 2005 al 4 agosto del 2006 e poi ancora un anno, fino al 25 luglio 2007, ai domiciliari. Venne arrestato a 33 anni, con un’accusa infamante. Nel 2007, arrivò l’assoluzione e poi ha dovuto attendere altri 9 anni per ottenere il riconoscimento dell’indennizzo. Ha dovuto attendere la decisione della Cassazione e appena qualche giorno fa, è arrivata un’ordinanza emessa dalla Corte d’Appello di Caltanissetta.

 

Redazione

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments
 

Continua l'era dell'informazione

Registrazione Tribunale di Gela N° 96/2009   

Redazione: Via Ventura, 25 - 93012 GELA

Info e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.