http://farmacia-senzaricetta.com/

Supplemento istruttorio nel processo Crocetta-Di Blasi

23 Giugno 2016
Autore :  

Gela 23 Giugno 2016 - Un supplemento istruttorio, consistente nella trascrizione con consulenza tecnica del Pubblico Ministero della registrazione del comizio del 22 maggio del 2015, con traduzione in italiano delle parti in dialetto, al fine di accertare come stanno realmente i fatti.

E’ quanto disposto dal Gip del Tribunale di Gela, Veronica Vaccaro, in merito al procedimento per diffamazione intentato da Saverio Di Blasi contro il presidente della Regione, Rosario Crocetta. L’episodio risale proprio al 22 maggio, in occasione di un comizio infuocato che si tenne in piazza Umberto I, durante la campagna elettorale per le amministrative. Sul palco, a comiziare, c’era il sindaco uscente, Angelo Fasulo, e c’era l’attuale governatore, Crocetta. Un comizio con tanto di fischi, urla di contestazione che – secondo quanto osserva il Gip – non hanno mai un carattere nitido, né è possibile appurare da parte di chi provenissero. Si registra un vero e proprio fuori programma, che vede poi un botta e risposta tra lo stesso Crocetta e gli ambientalisti Di Blasi, Emanuele Amato e Rocco Tandurella che saliti sulla fontana della Dea Cerere, urlano e gesticolano facendo il segno delle manette. Tutto in dialetto gelese. Ed è proprio per questo motivo che il Gip, ha disposto una perizia per la trascrizione del contenuto delle frasi che sono incomprensibili. La locale Procura della repubblica, aveva chiesto l’archiviazione del procedimento per diffamazione nei confronti di Crocetta ma – come dicevamo – il Gip ha disposto che le indagini proseguano. Di Blasi, infatti, sostiene che il governatore abbia pronunziato una frase offensive nei suoi confronti e contro Emanuele Amato, in cui li qualifica come mafiosi che fanno la doppia vita (di sera i mafiosi e di giorno gli ambientalisti). Una frase che Di Blasi ritiene denigratoria. Considerato che il giudice non ha potuto comprendere con esattezza e con certezza cosa Crocetta abbia detto , sia per la cattiva qualità dell’audio, altamente disturbato, sia perché lo stesso Crocetta ha usato il dialetto stretto, ha rigettato la richiesta di archiviazione, disponendo la perizia.

 

Giuseppe D'Onchia

Email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Login to post comments
 

Continua l'era dell'informazione

Registrazione Tribunale di Gela N° 96/2009   

Redazione: Via Ventura, 25 - 93012 GELA

Info e prenotazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.