Gela rischia di non avere più un vero ospedale

Salviamo l’Ospedale prima che sia troppo tardi.
Al fine di “SVEGLIARE” le coscienze politiche gelesi e dei dirigenti ASP, noi portavoce Comitato S.O.S. Vittorio Emanuele III di Gela abbiamo deciso di riunirci dinnanzi l’Ospedale.

L’invito è esteso a tutta la cittadinanza che può facilmente trovarci domani giovedì 30 giugno 2022, dalle ore 19.00.
Manifesteremo in silenzio contro le scellerate scelte che stanno portando alla morte il nostro Ospedale.

Dopo la riduzione di personale al Pronto Soccorso, dove opera un SOLO medico per turno, non osiamo immaginare cosa potrebbe succedere se arrivassero duo o più codici rossi contemporaneamente; il sottodimensionamento di organico e posti letto in “TUTTI” i reparti; la mancata attivazione di alcuni di essi, alcuni attesi da oltre 10 ANNI, come ad esempio l’Utin.

L’ASP ci ricasca di nuovo e decide di trasferire nuovamente i pazienti di Terapia Intensiva dopo l’azzardato trasferimento di alcuni mesi fa, dove, purtroppo, tutti i pazienti trasferiti sono deceduti.

Siamo stanchi di subire ed attendiamo ancora risposte dalla Regione, dall’ASP, dalla politica locale, dalla magistratura, alla quale abbiamo depositato un esposto sottoscritto da oltre 3.500 persone, dal Prefetto a cui è stato chiesto un incontro, da tutti coloro i quali hanno un ruolo e assistono silenziosamente allo smantellamento dell’ospedale gelese.

Ed ancora non siamo ad agosto, quando la popolazione gelese aumenterà a dismisura.
Oramai è rimasto davvero poco da chiudere o accorpare, a meno che non si voglia chiudere per ferie l’intero ospedale.
Lo stanno trasformando in uno scatolone vuoto sotto gli occhi di tutti.
E non si vergognano neanche!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *