Gela, richiesta la sospensione provvisoria per il pagamento degli Oneri di Urbanizzazione

A seguito della grave situazione economica-sanitaria che sta vivendo la città di Gela, Francesco Agati, in rappresentanza dei costruttori, propone alla giunta comunale di sospendere, per almeno sei mesi, il pagamento dovuto per gli oneri di urbanizzazione al Comune di Gela.

“Le imprese di Gela obbligate dall’evento improvviso, incalcolabile, imprevisto ed imprevedibile – scrive Agati – non possono permettersi nuovi esosi pagamenti a cantieri sospesi quali gli “oneri di urbanizzazione”, ne l’aumento di ⅓ quando il funzionario comunale giustamente applicherà la sanzione, che dovrà essere saldata entro e non oltre trenta giorni, se gli stessi oneri non dovessero essere pagati nei tempi previsti”.

“Trovo calzante – continua l’imprenditore – la definizione di essi che riporta il Consiglio di Stato nella sua consolidata giurisprudenza (sentenza n. 4576/2017, n. 2881/2017) ovvero: «il contributo per oneri di urbanizzazione è un corrispettivo di diritto pubblico posto a carico del concessionario a titolo di partecipazione ai costi delle opere di urbanizzazione e in proporzione all’insieme dei benefici che la nuova costruzione ne ritrae, senza alcun vincolo di scopo in relazione alla zona interessata alla trasformazione urbanistica e indipendentemente dalla concreta utilità che il concessionario può conseguire dal titolo edificatorio e dall’ammontare delle spese effettivamente occorrenti per la realizzazione delle opere stesse”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *